Alice Biais-Bélard, profondità e forza della materia

Da 35 anni, Alice Biais-Bélard si diverte con i materiali e i colori. Per quest’artista pittrice, la creazione di una tela è sempre una sfida esaltante.

Sabbia, polvere di marmo, partiture di musica oppure scritti e produzioni personali del cliente, Alice Biais-Bélard integra la materia alla sua arte. Questi pezzi di vita, mescolati con la pittura acrilica, danno corpo all’opera, animandola e illuminandola. L’artista tende a tradurre una certa spiritualità, quella che dà un senso al quotidiano e del valore agli incontri.

"I miei quadri sono la traduzione di ciò che mi abita e attraverso quest’astrazione controllata, esprimono la mia volontà di incontrare l’Altro", essa confida. Il camino verso la realizzazione di una tela passa da una riflessione profonda e lunga. La pittrice si ispira da una raggio di sole che trafigge la nebbia, da momenti di condivisione che ritmano l’esistenza… Alice, che preferisce le tinte calde perché portano il buon umore e la convivialità, non nasconde il suo gusto per lo spazio e la presenza che offrono i trittici e quadrittici.

Il lavoro di Alice Biais-Bélard è un balletto di siluette, di note perse e di ombre portate che coinvolgono colui che lo osserva in un dialogo. Spesso esposti, i suoi dipinti hanno ornato i muri dell’Hôtel Crillon, del Grand Palais di Paridi, viaggiato dal Canada al Giappone passando dall’Italia e gli Stati-uniti dove l’artista ha lavorato all’allestimento di un Boeing 777 privato. Ma oltre alle frequenti mostre, l’artista invita ad "Osare l’Arte" all’ufficio o a casa, per dinamizzare così lo spazio dandogli un tocco audace.

E.B – Meretdemeures.com (Aprile 2015).

Contatti:
78110 Le Vésinet.
+33 (0)6 86 41 96 75
[email protected]
biais-belard.artistes-cotes.com
Cotazione Drouot.
Parole chiave
Archivi